Shake&bake

E' tempo di mettersi ai fornelli!

Tiramisù 24/06/2005

Filed under: Desserts — lagaietta @ 11:19

This morning was on of those in which the weather was so hot that as soon as I woke up my first thought has been: ” give me the sea…i want to bath into the blue of the water!” but unfortunately i’m still here in Milan, with the grey of the sky due to that bleah pollution and the afa…too hot really too hot!
Anyway to bring a little of fresh in the day I made one of my faves summer cakes, my mom’s Tiramisù
Ste’s parents invited me and my parents to dinner for tonight, so i made the cake my way!

Ingredienti:

3 uova ultra-freschissime!!!
6 cucchiai di zucchero semolato
250g ricotta freschissima
150-200g mascarpone
caco amaro in polvere q.b.
caffè ristretto q.b.
savoiardi q.b
2-3 cucchiaini di buon cognac

-Preparare il caffè ristretto e “corretto” con il cognac non zuccherato, la dose dipende dalla quantità di savoiardi che si usano, che cumunque non devono essere eccesivamente inzuppati, altrimenti rimangono troppo molli e bagnano anche la crema che invece deve stare compatta;
-Dividere i tuorli dagli albumi e iniziare a montarli con 4 cucchiai di zucchero;
-Montare a neve ben ferma gli albumi con il restante zucchero;
-Lavorare la ricotta con il mascarpone onde evitare grumi e unire il tutto ai tuorli amalgamando bene;
-Unire anche i bianchi montati con movimento risoluto dal basso verso l’alto;
-Iniziare a preparare gli strati nella teglia, mettendo sul fondo il primo di savoiardi bagnati nel caffè, (se sono di buona qualità saranno anche molto soffici, per cui è sufficente bagnarli solo da una parte tanto il caffè enetrerà omogeneamente senza farli diventare “pappetta”), facendo attenzione a non lasciare spazi vuoti tra un biscotto e l’altro riempiendo eventualmente con altri tagliati a pezzi apposta per riempire i buchi!! Coprire con uno strato di crema; ripetere lo strato di savoiardi e poi di nuovo la crema.
-Spolverare abbondantemente di cacao amaro in modo che si formi una bella copertura, è importante non lesinare sul cacao perchè la crema essendo comunque umida tentedà ad assorbire almeno una parte del cacao per cui lo strato deve essere generoso così da non avere un tiramisù diafano, ma bello “abbronzato”!
-Riporre in frigorifero per almeno 8 ore.

Direi che ci sono poi piccoli accorgimenti da seguire.
dato che la ricetta è estremamente facile è impossibile che venga male, ma purtroppo a volte capita! per cui è bene evitare questo dolce quando non si ha la certezza della provenienza delle uova che devono essere freschissime perchè non vengono cotte in nessun modo!
Come dice Bigazzi, si il rompiscatole della “Prova del Cuoco”, quando il piatto è semplice le materie prime devono essere di estrema qualità, e questo è un esempio lampante, servono pochi ingredienti, ma se anche questi pochi non sono buoni, allora meglio un gelato confezionato…
Anche i savoiardi fanno la loro parte, devono essere morbidi e soffici, ma non devono essere troppo intinti nel caffè per i motivi sopra detti;
il caffè..va beh potrei iniziare un panegirico infinito su quale sarebbe meglio usare; il fatto è che essendo una sorta di semifreddo, al primo assaggio potrebbe sembrare che i gusti non siano ben distinti, ma invece è bene che ogni singolo sapore si faccia sentire ed esprima tutta la sua più spiccata personalità, per cui anche il caffè che può sembrare accessorio solo perchè evita che i savoiardi siano “stopposi” ha una sua importanza! se viene zuccherato tutto il dolce poi ne risente perchè sarebbe nauseante, invece deve essere di gusto deciso, non bruciato dalla moka e ingelito dal cognac che lo profuma.
Io non uso solo mascarpone perchè preferisco alleggerirlo rendendolo più morbido con la ricotta fresca; la ricotta una volta fatta colare dalla sua acquetta e montata con i tuorli e lo zucchero rende la crema soffice come una nuvola, e non è così dolce come il mascarpone, per cui cambio le proporzioni aumentando la prima e diminuendo leggermente il secondo, che comunque serve a compattare la crema!
Questa volta ho deciso di dare anche una nota esotica spolverando i savoiardi di polvere di cocco prima di coprirla con la crema…
Con queste dosi e quel procedimento sono anni che lo faccio e non ho mai toppato, ho imparato a farlo guardando la mamma quando ero piccola, e se lo faceva una bambina…problemi non ce ne sono!
Amo così tanto questo dolce che potrei quasi declinare una fetta di torta al cioccolato per questo, ma solo se fatto con tutti i sacri crismi, altrimenti lo lascio senza alcun problema…mamma mia quanti poveri tiramisù ho visto, colanti e mollicci…povere gioie!

I’m going to take a picture of the cake once cut in slices…now i’m posting the “behind the scenes” of the making…
hugs,kisses&tiramisù

Annunci
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...