Shake&bake

E' tempo di mettersi ai fornelli!

Insalatina verde con tacchino grigliato 13/04/2010

Filed under: Antipasti,Dieta,Piatto unico — lagaietta @ 08:07

La primavera finalmente ci sta regalando delle giornate decenti, tiepide e anche se a volte ancora le temperature tornano fredde possiamo abbandonare oltre al cappotto anche i piatti troppo pesanti e conditi per sostituirli con le varianti leggere e molto meno faticose da digerire!

Visto anche che questa è la stagione in cui in teoria ci si dovrebbe disintossicare da tutte le tossine accumulate nel corso dei mesi freddi in modo da preparare l’organismo ad accogliere le vitamine e evitare di patire il caldo che per forza di cose arriverà con l’estate, uno dei modi di sicuro migliori è iniziare da tavola con delle belle ciotolone di insalata che “lavano” dall’interno e ripuliscono da socrie e tossine per l’appunto!

Io che di insalata ne mangio a tonnellate tutto l’anno in questa stagione mi invento sempre qualche modo più gustoso per non avere solo la mia razione di “erba” da mangiare!

tacchino,avocado&finocchio

Questa ricetta è nata davvero per caso perchè avevo del petto di tacchino da fare alla piastra ma invece che mangiarlo separato ho deciso di farmi un piatto unico e via!

Ingreedienti (per 2)

2 petti di tacchhino ( o pollo) da 130-150g

insalata verde mista: cicoria, rucola,milano, lattughino

foglie di sedano

1/2 gambo di sedano

1/2 finocchio

1/2 avocado

per il dressing

olio evo

succo di 1/2 limone

sale&pepe

1 cucchiaino di maionese allo yogurt o 2 cucchiai di yogurt greco

-Grigliare i petti di pollo, tenerli da parte e una volta freddi tagliarli a striscioline o piccoli dadini;

-Mondare tute le verdure, insalate e sedano e finocchio e disporli in una terrina;

-Togliere il nocciolo dall’avocado, eliminare la buccia e tagliare a fettine sottili;

-Unire tutti gli ingredienti nella terrina tacchino compreso e condire con il dressign così ottenuto: in una ciotola unire sale, pepe, succo di limone, olio e maionese e sbattere velocememente con una forchetta così da emulsionare il tutto;

-Lasciar riposare l’insalata 10-15 minuti prima di servirla così che tutti i sapori possano amalgamarsi bene.

Per accompagnare si possono tostare un paio di fette di pane oppure usare dei crostini da aggiungere direttamente nell’insalata!

Ottima anche per delle scampagnate o pic nic fuori porta o come starter per una grigliata con gli amici!

Hugs,kisses&cookies

Annunci
 

Caponatina di carciofi 09/04/2010

Filed under: Club SalePepe,Dieta,Vegetariano — lagaietta @ 14:48

Non sono scomparsa, mi ero solo presa una pausa di qualche giorno in occasione della Pasqua!

Vi voglio proporre una ricetta tratta dal numero di marzo di Sale&Pepe, che io avevo sinceramente snobbato ma che invece aveva attratto tantissimo l’attenzione e la curiosità di mia mamma che ha deciso di provarla, quando l’ho assaggiata ne sono rimasta vittima e così quando non ha voglia lei di cucinare la prepar io perchè questa è la sua stagione!

carciofi, olive&pinoli

A differenza della ricetta originale della caponata di melanzane, qui i carciofi non sono fritti ma vengono prima leggermente arrostiti in padella e poi portati a cottura stufandoli con le olive e i pinoli.

Ingredienti

3-4 carciofi

olive e pinoli qb (la dose varia a seconda del gusto)

un vasetto di pelati o conseva di pomodori a pezzetti

tre cucchiai di olio evo

1 spicchio di aglio

poco vino bianco secco

sale e pepe qb

-Mondare i carciofi, eliminando la barbetta interna e tagliandoli poi a fettine molto sottili;

-Far scaldare l’olio in una padella larga e aggiungere uno spicchio di aglio, quando questo è leggermente imbiondito aggiungere i carcofi a fettine e rosolarli qualche minuto così da renderli teneri;

-Agiungere a questo punto i pinoli e le olive denocciolate e sciacquate dal’acqua di conservazione; sfumare con il vino bianco e aggiungere i pelati o i pomodori a pezzetti; portare a cottra fino a che i carciof sono molto teneri eventualmente aggiungendo poca acqua calda alla volta;

-regolare di sale&pepe.

Hugs,kisses&cookies

 

Dieta di rotazione 27/12/2007

Filed under: Dieta,Momenti di vita — lagaietta @ 14:28

Forse forse sono riuscita a venire a capo di tante delle mie irrisolte questioni alimentari!
Prima di Natale sono andata allo studio del Dott. A. Speciani per una visita completa di test per le intolleranze alimentari perchè dopo anni di dubbi e incertezze avevo davvero bisogno di punti fermi con i quali orientarmi e grazie ai queli ricominciare un’alimentazione equilibrata ma soprattutto idonea alle mie esigenze.
Ho sempre cercato di seguire dei dettami già corretti senza troppi sgarri e comunque mi sono accorta di tanti piccoli disordini e distrbi che non se ne volevano proprio andare e che con il passare del tempo si sono poco alla volta amplificati fino a sfociare in propri episodi noiosi e a volte davvero molto irritanti.
Dopo aver testato tutta una serie di alimenti e reagenti mi è stato dato l’esito dell’esame e il risultato è che per un periodo mi dovrò astenere dall’assunzione di alimenti che contengono il nichel solfato e tutti i vari tipi di lieviti possibili e immaginabili! Ho scoperto tra l’altro che moltissimi lieviti sono contenuti in cibi che non avrei proprio immaginato, ma almeno ora posso sentirmi già più leggera rispetto a questa situazione perchè so dove andare a parare senza prendere mille medicine o sbattere di nuovo la testa contro il muro dopo l’ennesimo episodio di allergia scatenta da chissà-che-cosa…anche perchè ora so che cosa mi intossica e che cosa eliminare seguendo la famosa dieta di rotazione, il che significa molto semplicemente avere una sera e una giornata durante la settimana in cui reitrodurre gli alimenti che causano l’intolleranza così che il corpo non se ne priva completamente ma viene rieducato a tollerarli nuovamente e nel frattempo smaltisce gli effetti delle tossine che questi alimenti hanno portato nell’organismo e fa in tempo anche a smaltire l’infiammazione che inevitabilmente si è creata continuando ad assumerli senza regole e senza sapere il danno che avrebbero potuto provocare.

Nel mio caso specifico io devo eliminare per qualche mese tutti gli alimenti lievitati ad esempio pane, pizze, biscotti…giusto per elencare quelli più comuni, ma anche tutte le farine che vengono cmq cotte in forno perchè subiscono una parziale fermentazione; i fungi perchè di per se stessi sono miceti, le salse orientali perchè sono fermentate, i latticini tutti compreso anche lo yogurt, gli alimenti a base di soya come tofu o yogurt di soya perchè fermentati, condimenti come l’aceto; dire che già la maggior parte di mio mi ero accorta che non mi dava grandi benefici mi aveva portato ad una mia personale eliminazione perchè ad esempio se la sera mi concedevo una fetta di pizza al mettino mi svegliavo con gli occhi e ilo viso gonfio per cui avevo smesso di mangiarla….ora so esattamente il perchè di quella mia reazione!
Mi è stata concessa una proroga della prima fase della rotazione a dopo l’epifania limitando le giornate di dieta a sole due nella settimana visto che ci sono le feste di mezzo, ora vediamo proprio un po’ come andrà questa storia perchè sono curiosa di riprendere pieno possesso del mio stato psico-fisico senza sentirlo sempre un po’ in bilico e sull’orlo del disequilibrio.
Avevo già di mio iniziato a seguire molti dei dettami della Dieta Gift messa a punto proprio dagli Speciani, soprattutto per quanto riguarda la prima colazione perchè sentivo il bisogno di avere delle indicazioni precise che fossero comunque affidabili ma soprattutto seguibili in ogni giornata senza eccessive restrizioni o che comportassero combinazioni alimentari che solo una persona a casa dalla mattina alla sera potesse effettivamente seguire; invece questo stile alimentare è così semplice che una volta fatto proprio diventa una vera e propria abitudine senza che ci si accorga!
Iniziamo anche questa avventura!
Hugs,kisses&cookies

 

Bocconcini di pollo alla senape 12/11/2007

Filed under: Dieta,Secondi; carne — lagaietta @ 19:24

Forse che…ma si voci dicono che…shhh…non alzare tanto la voce se no poi la Ietti se ne accorge…piano piano così, ecco ci siamo…foto postate!
Ora non posso proprio esimermi dall’annunciare che l’influenza che da giorni aleggiava in casa Ietti è stata definitivamente debellata, si prospettano piccole ricadute ma comunque solo accenni vaghi ed eventuali!
E’ lunedì e come ogni lunedì che si rispetti a Milano non si mangia pesce per cui eccoci pronti con un buon piatti di carne bianca, (Anna tesoro questo l’ho pensato per te!), leggero dietetico e iper veloce da preparare…che volete di più? no il Lucano no, era una battuta scontata cancellatela dalla mente e trovate qualche cosa di più creativo suvvia!

Anche questa come la torta al cioccolato è una ricetta che in casa si fa e rifà da anni e anni proprio perchè è tanto veloce e va benissimo anche solo con del petto di pollo che c’è in congelatore, un po’ di senape in dispensa c’è sempre giusto?! e dai anche un goccio di latte ( io di soya) o altrimenti del brodo vegetale che va benissimo come alternativa!

Ingredienti ( per 3)

1 petto di pollo circa 500g
3 cucchiaini di senape delicata (o 2 di delicata + 1 di aromatica)
1 tazza di latte di soya o brodo vegetale
2 cucchiai di olio evo
1 rametto di rosmarino fresco
1 cucchiaino di semi di senape nera

-Scaldare una padella antiaderente con l’olio, rosolare bene i bocconcini di pollo da tutti lati;
-Stemperare la senape nel latte di soya ( o latte normale, io uso quello alternativo per problemi di intolleranza, o brodo come alternativa neutra per tutti e via!)
-Aggiungere i semi di senape e il rosmarino al pollo e far tostare ancora qualche minuto;
-Aggiungere anche la senape stemperata e far cuocere bene tutto avendo cura di abbassare la fiamma e incoperchiare, per almeno 20 minuti;
-Quando la carne risulta bella tenera far ridurre il liquido fino a ottenere una densità cremosa, potete anche usare un po’ di roux preparato stemperando un cucchiaino di farina o fecola con mezzo bicchiere di acqua fredda e versarlo nella salsa così da far rapprendere in fretta.
Servire ben caldo con delle verdure come spinaci o scarola appena scottati in padella

Vi chiederete come mai un piatto così sia annoverato tra quelli adatti per una dieta? bene il fatto è che contempla tutti ingredienti che non alzano il livello della glicemia qundi tutti con un indice glicemico pari o inferiore a 35, livello ottimale per un regime dietetico senza privarsi del gusto e del piacere di piccole coccole.
volendo al posto del latte si può tranquillamente usare della panna di soya, magari però in questo caso non usate la panna fresca perchè contiente cmq troppo grassi.
Hugs,kisses&cookies

 

Burger?!si ma… 22/05/2007

Filed under: Dieta,Piatto unico,Secondi; carne — lagaietta @ 11:28

Tomatoes burger con crema di yogurt&basilico

Si ci sono ancora, mi sono assentata giusto il tempo del finesettimana causa studio…esami in vista e il tempo stringe per cui la mia presenza virtuale sarà sporadica ma intensa!
Vi sottopongo il problema più astioso per uno studente che solitamente si barrica in biblioteca dall’ora di apertura fino all’ora di pranzo quando torna a casa accaldato, assetato, con il cervello completamente spappolato e con lo stomaco che richiede cibo ma…è tremendamente a dieta!!!!
Che fare?!
La mia soluzione prevede qualcosa che si possa cucinare velocemente, senza stare troppo ai fornelli perchè in questo periodo fa troppo caldo e che sia insieme leggero e saziante, proprio per questo sto puntando molto su pranzi proteici che hanno un tempo di digestione più lungo rispetto ad un piatto di pasta, ma che sono anche tendenzialmente più leggeri in quanto se non eccessivamente conditi sono meglio e completamente assimilabili.
Oggi era il turno di un hamburger alla piastra.

Ingredienti (x 1)

1 hamburger da 130g (carne di primissima scelta magrissima)
2 pomodori maturi (meglio i cuori di bue dalla polpa soda)
1 vasetto di yogurt greco (70g)
basilico
sale qb

-Cuocere l’hamburger sulla piastra a seconda del gusto,( a me piace ancora abbastanza al sangue)
-Tagliare a fette sottili uno dei due pomodori e l’altro in 4 fette spesse 1/5cm;
-Sminuzzare il basilico e amalgamarlo allo yogurt con un pizzico di sale;
-Disporre nel piatto le fettine di pomodoro a raggera e usare una di quelle più spesse come base dell’hamburger, disporvi sopra la carne quando ritenete che sia cotta, velare con un cucchiaino di salsa e coprire con l’altra fetta di pomodoro spessa;
-Nappare il piatto con la salsa allo yogurt che rimane!

potete accompagnare questo piatto con un cucchiaino di olio a crudo, e un panino integrale da 50g se siete anche voi a dieta oltre ad un piatto di insalata verde per completare condendola con la salsina allo yogurt!
E’ un piatto decisamente fresco, ottimo per ovviare alla calura e all’afa che stanno prepotentemente avanzando nelle nostre città, i pomodori ricchi di acqua sono un’ottimo rinfrescante naturale che aiuta certamente a compensare l’apporto proteico della carne, che comunuqe cotta per poco tempo e senza grassi come base resta molto digeribile e leggera;
La variante per questa idea può essere una tartare usando lo stesso quantitativo di carne freschissima e condendola con la salsa allo yogurt e il succo di 1/2 limone, lasciandola così a “cuocere” una mezz’ora in frigo e poi servendola con una bella insalatona mista, ovviamente condita il giusto, altrimenti non si parla più di dieta!!!!
Hugs,kisses&cookies

 

Cozze alla marinara 13/05/2007

Filed under: Dieta,Piatto unico,Secondi di Pesce — lagaietta @ 13:05

Dieta non vuol dire solo insalatina scondita, anzi! Proprio in momenti come questi ci si accorge di quanta sia la varietà di prelibatezze che ci si può concedere senza intaccare i buoni propositi e dando anche la giusta soddisfazione alla gola!
Da sempre quando mangio un piatto di cozze così mi vengono in menete le scorpacciate che eravamo soliti farci ogni volta che andavamo in vacaza in Bretagna-Normandia in estate!
Là però le moules erano sempre rigorosamente “a la créme” ( non so una cippa di francese per cui fate finta che sia scritto correttamente), molto più caloriche di quelle che vi propongo io ora e altrettanto buone; con il tempo ho imparato ad apprezzarlo decisamente di più al naturale così da poterne gustare tutta la morbidezza la tenerezza il profumo e la loro delicatezza!
Le mangio sempre molto volentieri, ma forse complice il fatto che durante le nostre strasferte francesi erano insieme alle sogliole le mie cene per le settimane in cui stavamo là ora non ci faccio più una passione come prima, nel senso che mi piacciono ma “una tantum“!!!
Come per tutti i frutti di mare e il pesce fresco ci si deve affidare ad un pescivendolo che sia serio e di fiducia, perchè il rischio di stare male o avere un’intossicazione con queste piccole delizie purtroppo c’è!
Per due ho comperato 1kg di cozze, secondo me la dose giusta per essere soddisfatti ma non appesantiti, anche perchè cmq capita sempre che qcna nn si apra in cottura e magari un paio siano di scarto per cui se volete mangiare solo ed esclusivamente cozze e avete proprio famina andate anche sul kg a testa! ocio poi però!!!

Ricetta che più facile non ce n’è:
1kg di cozze
1 mazzetto di prezzemolo da tritare
1 spicchietto dia glio
1 cucchiaio di olio evo
1 limone

-Pulite bene le cozze sotto acqua fredda corrente eliminando il filetto che le tiene attaccate a grappolo;
-Scaldate l’olio in una pesante casseruola con la’glio senza farlo bruciare, versate le cozze pulite, abbassate il fuoco e coprite per farle schiudere;
-Aggiungete due o tre fettine di limone, continuate a cuocere pèer un paio di minuti, eliminando parte del liquido in eccesso;
-tritate finemente il prezzemolo, aggiungetelo e spegnete il fuoco, lasciate coperte ancora un paio di minuti e poi servite in tavola direttamente con la casseruola, o se preferite suddividete le cozze in tante casseruoline quanti sono i convitati così che ognuno abbia la sua dose!
-Voi che potete fate scarpetta con il pane!
Hugs,kisses&cookies

 

Dieta?! Si, grazie! 07/05/2007

Filed under: Dieta,Vegetariano — lagaietta @ 11:41

Nuova puntata dell’avvincente blogo-film che sta avendo grande successo tra i food-blogger della rete;
Quest’oggi Ietti, la protagonista del blog “Sogni&Pensieri”, è alle prese con un’altra preparazione semplice semplice decisamente primaverile, ancora tiepida visto il tempo uggioso che si protrae da un paio di giorni a questa parte e tutta all’insegna della leggerezza!
La sua missione “recuperare i jeans dall’armadio” si sta avvicinando all’obiettivo preposto, il suo intrepido senso di responsabilità, l’autocontrollo dimostrato nel non cedere alla tentazione di una barretta goduriosamente peccaminosa a base di nutella e nocciole intere la sta portando al traguardo; grazie all’aiuto di alcune compagne di viaggio e di leggiadria i famosi jeans saranno a breve su questi schermi!

3 zucchine raminghe stavano risalendo gli scaffali del frigo per interrompere la monotonia che aleggiava tra il ripiano della frutta e quello dei formaggi; ormai avevano giocato a briscola chiamata con il pecorino, avevano cercato di fare canestro nel portauova con due pomodorini pachino ancora acerbi e non avevano ceduto alle lusinghe di un barattolo di salsa rubra della nonna, quando la loro attenzione venne catturata da un panetto di tofu che solo solo si sentiva di troppo nella scatola dei formaggi tripudianti di colesterolo e puzzoni qb per farlo sentire insipido e insapore.
Con la loro delicatezza e la loro dolcezza lo invitarono a raggiungere al piano sottostante per iniziare a fare due chiacchiere e cercare di passare un po’ il tempo fino all’ora di pranzo; la conversazione che nacque si fece così animata e conviviale da richiamare sull’attenti le orecchie della nostra Ietti che nel frattempo era dedita alla lettura del Corriere.
Certo che bastò poco per convincerla a pranzare tutti insieme, una sola la richiesta postale dalle zucchine: per favore non troppo sale, solo una punta di curry!!! 😉

Crema di Zucchine&Tofu croccante
Ingredienti ( x 1 Ietti)

3 zucchine tagliate a dadini
1 panetto di tofu colato e tagliato a dadi
1 scalogno piccolo piccolo
1 cucchiaino di curry
1 tazza di brodo vegetale

-In un padellino, stufate lo scalogno affettato sottilmente con le zucchine un paio di minuti a fuoco dolce, aggiungete il brodo vegetale e portate a cottura fino a che le zucchine risultino tenere;
-Scaldare un cucchiaino di olio in una padellina antiaderente e far rosolare i cubetti di tofu fino a che si dorino bene bene su tutti i lati; tenere da parte caldi;
-Aggiungere alle zucchine il curry e passare con un mixer ad immersione ottenendo una crema omogenea, se fosse troppo densa allungare con ancora un goccio di brodo o al contrario ridurre un paio di minuti sul fuoco;
-Versare in una ciotola e aggiungere i cubetti dorati di tofu!
Hugs,kisses&tofu