Shake&bake

E' tempo di mettersi ai fornelli!

Del Cioccolato: l’arte della goduria fondente 16/02/2010

Filed under: Prove in cucina,Scuola di Cucina — lagaietta @ 16:51

Quest’uomo mi ha illuminata.

Un paio di settimane fa sono stata allieva in una sua lezione presso la scuola “Teatro 7” in Milano, grazie all’organizzazione di una serie di incontri intitolati “A Lezione con lo chef”.

Il programma della giornata prevedeva una serie di preparazioni rigorosamente a base di cioccolato che includevano tre tipi diversi di ganache : tartufo nero, barolo chinato e cappuccino; oltre a una frolla decisamente particolare creata con una miscela calibrata di farina bramata, (quella tipica della polenta) fatta abbrustolire fino a che cambiasse colore prendendo quella sfumatura nocciola e quel profumo di fumé e farina “00”, burro a 25° e zucchero e uova.

A seguire il temperaggio del cioccolato sia bianco che al latte che fondente, seguendo per ognuno i tempi corretti a cui portarli per farli fondere ( per i primi due a 45°, per il fondente a 50°) e poi verificare tramite la tecnica classica con cui si versa il cioccolato sul piano di marmo e con l’aiuto delle due spatole lo si raffredda ( a 26°-27°) per poi riportarlo alla temperatura finale di 31°-32°, così che possa essere pronto per essere usato nelle svariate preparazioni per cui questi passaggi sono obbligatori.

Oltre ad aver imparato come si tempera, come si usano gli attrezzi e il termometro, a capire quali siano i prodotti migliori da scegliere per i vari utilizzi, è stata una giornata emozionante e illumimante soprattutto perchè lo chef ha condiviso con noi allievi il suo sapere: in questo caso le sue competenze e il frutto dei suoi anni di studio e di miglioramento nel mondo del cioccolato.

Ho imparato davvero molto in poche ore e prendere appunti mi ha aiutato a fermare quello che stavo osservando dal vivo e soprattutto i tentativi di replicare lì dal vivo quello che ci stava insegnando.

Ho avuto anche l’occasione di conoscere di persona altre due blogger: Manuela e Laura che avevo iniziato a seguire anche se in sordina da qualche tempo! E’ sempre bello poter dare un volto a chi condivide una passione tanto gratificante come la cucina e l’universo che ruota intorno ad essa!

Hugs,kisses&cookies

Annunci
 

Risotto alla Pescatora 30/03/2008

Filed under: Primi,Scuola di Cucina — lagaietta @ 09:00

Eccoci arrivati ai primi piatti preparati al corso sul pesce della Scuola della Cucina Italiana!
Vi propongo subito subito saltando l’ordine delle lezioni questo fantastico-super-mega-ottimo risotto!
Dire che sia semplicissimo è ancora riduttivo, ma quello che davvero fa la differenza sono due cose:
1. la qualità del riso
2. il pesce
Vi lascio la ricetta ufficiale così come da dispensa con le dosi per 4 persone

Ingredienti:

300g riso carnaroli
300g calamari già puliti
500g cozze
500g vongole
300g code di gamberi
1/2 cipolla
2 spicchi di aglio
prezzemolo
0,5 l fumetto di pesce
1 bicchiere di vino bianco
sale&pepe bianco
-Lavare e spurgare le vongole e cozze;
-farle aprire sepratamente con l’aglio e il prezzemolo; tenere da parte;
-Sgusciare le code di gambero e eliminare il budellino interno;
-Pulire e tagliare a striscioline i calamaretti.Tritare finemente il prezzemolo;
-Tritare la cipolla e farla tostare leggermente in un filo d’olio, aggiungere il riso, le code di gambero e i calamaretti e tortare tutto insieme; sfumare con il vino bianco e poi portare a cottura aggiungendo il fumetto di pesce poco alla volta come fosse il brodo;
-Due minuti prima del termine aggiungere anche i molluschi e poi far mantecare il riso a fiamma spenta coperto.
-Impiattare e servire.
Hugs,kisses&cookies