Shake&bake

E' tempo di mettersi ai fornelli!

Concerti concerti concerti… 06/07/2007

Filed under: Concerti,Una canzone per un emozione — lagaietta @ 11:13

Settimana musicalmente intensa…martedì sera approfittando dell’iniziativa estiva della provincia di Milano all’Idroscalo sono andata a sentire uno degli artisti italiani che mi piace da sempre dall’epoca della prima canzone che lo ha fatto conoscere: “Chicco&Spillo“, si è lui è Samuele Bersani, questo bolognese simpaticissimo e dall’aria tranquilla pacifica ma dalle liriche anche ciniche per quanto la capacità di scrivere testi le faccia sembrare delle poesie in musica più che le classiche canzonette.
Mi ricordo ancora una volta di credo almeno una decina di anni fa quando una sera accompagnata dalla mamma ero al Ricordi mediastor che c’è in centro e stavamo scegliendo un paio di cd non so più per quale occasione, e lui era sul palchetto appena allestito nel centro del negozio che stava facendo la classica prova microfono, un due tre prova prova prova SSSa SSSa SSa…io mi ero fermata perchè curiosa di sentirlo cantare almeno quell’unica canzone che conoscevo e mia mamma che cade dal pero e mi chiede, ma quello chi è?!?
Anche lui era un pischello di ragazzo, lo sguardo vivace e l’aria serena.
Sentirlo cantare l’altra sera su quel palco in riva al laghetto è stato proprio bello, suggestiva vista anche l’ambientazione che per quanto poss essere triste l’idroscalo a Milano, una pozza d’acqua con il sole che tramonta, scusate ma sulla ietti fa sempre un bell’effetto!
Sono stata proprio contenta perchè non conoscevo tutte le canzoni che lui ha proposto e la cosa più bella è stato sentirlo così sereno nell’interagire con botta e risposta proprio con il suo pubblico, con le persone che hanno approfittato per andare a sentirlo di nuovo dopo il concerto dello scorso inverno a teatro. Insomma una serata lieve, estiva e piacevolissima!

Giudizi Universali
Troppo cerebrale per capire che si può star bene
senza complicare il pane
ci si spalma sopra un bel giretto di parole vuote ma doppiate
Mangiati le bolle di sapone intorno al mondo e quando dormo
taglia bene l’aquilone, togli la ragione e lasciami sognare,
lasciami sognare in pace
Liberi com’eravamo ieri,
dei centimetri di libri sotto i piedi
per tirare la maniglia della porta e andare fuori
come Mastroianni anni fa,
come la voce guida la pubblicità
ci sono stati dei momenti intensi
ma li ho persi già
Troppo cerebrale per capire che si può star bene
senza calpestare il cuore
ci si passa sopra almeno due o tre volte i piedi come sulle aiuole
Leviamo via il tappeto e poi mettiamoci dei pattini
per scivolare meglio sopra l’odio
Torre di controllo, aiuto, sto finendo l’aria dentro al serbatoio
Potrei ma non voglio fidarmi di te
io non ti conosco e in fondo non c’è
in quello che dici qualcosa che pensi
sei solo la copia di mille riassunti
Leggera leggera si bagna la fiamma
rimane la cera e non ci sei più…
Vuoti di memoria, non c’è posto per tenere insieme
tutte le puntate di una storia
piccolissimo particolare, ti ho perduto senza cattiveria
Mangiati le bolle di sapone intorno al mondo e quando dormo taglia bene l’aquilone
togli la ragione e lasciami sognare,
lasciami sognare in pace
Libero com’ero stato ieri
ho dei centimetri di cielo sotto ai piedi
adesso tiro la maniglia della porta e vado fuori
come Mastroianni anni fa,
sono una nuvola, fra poco pioverà e non c’è niente che mi sposta o vento che mi sposterà
Potrei ma non voglio
fidarmi di te
io non ti conosco e in fondo non c’è
in quello che dici qualcosa che pensi
sei solo la copia di mille riassunti
Leggera leggera si bagna la fiamma
rimane la cera e non ci sei più,
non ci sei più, non ci sei..
Perchè è diverso “potrei ma non voglio” da “vorrei ma non posso”! lui ci ha messo una notte per capirne il senso…
Beh domani sera ovviamente si replica, ma non qui no no no…h.9.00 in stazione eurostar Milano-Firenze e con la mia fiorentina Fra ci festeggiamo i compleanni a distanza di una settimana anando ad Arezzo per il concerto dei Negrita!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Ci sentiamo lunedì!
Hugs,kisses&cookies
 

Si si sta proprio arrivando… 15/05/2007

Filed under: Momenti di vita,Una canzone per un emozione — lagaietta @ 06:58

Lo avevano detto, ce lo avevano preannunciato da qualche giorno non è una sorpresa, in fondo perchè esserne stupiti?! Però ha sempre il suo fascino, è sempre un momento in cui il fiato viene a mancare, uno di quelli in cui si lancia lo sguardo al cielo sperando che qualche cosa cambi all’ultimo ma invece poi l’attesa viene soddisfatta e tutto inizia davvero; è una di quelle mattine in cui ci si sveglia non tanto per il suono della sveglia, quanto più per i rumori che provengono dall’esterno, quei suoni così strani che ci sono solo in giornate come questa, quelle giornate in cui la luce cambia, in cui ogni singolo istante suscita un emozione particolare, Scai se ne era accoto molto prima di tutti noi, ma si sa gli animali hanno un istinto completamente diverso e molto più pronto a recepire questo tipo di situazioni.
I colori, questa mattina sono brillanti, sono accentuati da quel velo di nero che si sta facendo spazio verso la città. Guardando verso le montagne la tonalità del cielo si accende, le nuvole sono sempre più nere, sono sempre più minacciose e il vento le sta portando con una violenza e con una foga tale che tra poco la tempesta davvero si scatenerà.
Sono sempre stata molto affascinata da questop tipo di temporali; mi piace sentire il vento che si fa freddo e che arriva così nervoso, le persone iniziano a correre per strada cercano di ripararsri alla meglio sotto il cappuccio del loro giubbino, quando addirittura al contrario non si incontra ancora qualcuno in canotta…il fischio del vento che sembra un vero ululato, qui in alto poi sembra di stare in mezzo ad un branco di lupi, Scai che ha lo sguardo semi attonito e un po’ spaventato, gira per casa alla ricerca di una sicurezza, vieni che c’è una carezza per te, stai tranquillo patacca che non succede nulla! La luce è scesa ci sono dei piccoli cali di corrente, sembra tardo pomeriggio; Gli alberi che si piegano, il loro verde risalta ancor più intenso e deciso con questa luce così grigio perlacea, le loro fronde sono basse quasi a toccare il suolo e dai rami piovono gli ultimi pollini che vengono allontanati e portati dall’aria, qualche granello di sabbia viene alzato dal suolo e infastidisce chi cammina…e poi…ecco il primo lampo, contiamo i secondi da quando arriva il tuono per sapere quanto davvero dista il temporale, eccolo il tuono, pensavo fosse più minaccioso e più cattivo, invece ha un suono sordo in sottofondo ancora il fischio sibilante del vento, di nuovo un minimo calo di corrente e la lucetta della radiosveglia che si illumina; un altro lampo, lontano, un altro tuono in attesa della pioggia…
Si si sta proprio arrivando il temporale.
Hugs,kisses&cookies

I see trees of green, red roses too
I see them bloom for me and you
And I think to myself, what a wonderful world
I see skies of blue and clouds of white
The bright blessed day, the dark sacred night
And I think to myself, what a wonderful world
The colours of the rainbow, so pretty in the sky
Are also on the faces of people going by
I see friends shakin’ hands, sayin’ How do you do?
They’re really saying I love you
I hear babies cryin’, I watch them grow
They’ll learn much more than
I’ll ever know
And I think to myself, what a wonderful world
Yes, I think to myself, what a wonderful world
Oh yeah
-Luis Armstrong-
 

Occhi da Orientale 23/04/2007

Filed under: Una canzone per un emozione — lagaietta @ 12:04
Questa non è una canzone, questa una poesia pura, sono parole che nascono da un sentimento, sono momenti di emozioni, sono sensazioni in rima, è una melodia che coccola la voglia di stare insieme.
Non c’è solo la Paranza, non c’è solo Salirò…c’è la mente di un poeta che fa nascere delle perle come questa.

Occhi da orientale che raccontano emozioni
sguardo limpido di aprile di dolcissime illusioni
tutto scritto su di un viso che non riesce ad imparare
come chiudere fra i denti almeno il suo dolore
Più di cinquecento notti già mi sono innamorato
di una bocca appena aperta di un respiro senza fiato
se potesse questo buio cancellare l’universo
forse ti potrei guardare e non sentirmi così perso
ma tu dormi ancora un po’ non svegliarti ancora no
ho paura di sfiorarti e rovinare tutto
no, tu dormi ancora un po’ ancora non so
guardarti anch’io nel modo giusto
nei tuoi occhi disarmanti
sono occhi di ambra lucida tra palpebre di viole
sguardo limpido d’aprile come quando esce il sole
ed io sarò la nuvola che ti terrà nascosta
perché gli altri non si accorgano di averti persa
ma tu dormi ancora un po’ non svegliarti ancora no
ho paura di sfiorarti e rovinare tutto
no, tu dormi ancora un po’ ancora non so
guardarti anch’io nel modo giusto
nei tuoi occhi innocenti disarmanti devastanti
quei tuoi occhi che ho davanti
tienili chiusi ancora pochi istanti
occhi da orientale che raccontano emozioni
ed io cos’altro posso fare io posso scrivere canzoni
i tuoi occhi…
se potesse questa musica annullare l’universo
forse ti potrei guardare e non sentirmi perso
nei tuoi occhi…
disperso…
nei tuoi occhi…
Hugs,kisses&cookies
 

Dischi Volanti 1996-2006 07/03/2007

Filed under: Concerti,Una canzone per un emozione — lagaietta @ 12:37

Niccolò Fabi in concerto!
Ieri sera all’Alcatraz, altro concertone davvero molto apprezzato, sono stata contenta di essere riuscita ad andarci, un po’ per la serata(…grazie!!!) un po’ per l’artista che da quando ha esordito una decina di anni fa l’ho sempre seguito incuriosita e a volte sorpresa dalla sua musica e dai suoi testi che spesso possono sembrare arditi nell’accostemnte dei termini, ma che comunuqe hanno la capacità di prendermi e farmi riflettere!
Il locale è uno di quelli più gettonati per concerti del genere, lì ho ascoltato un paio di concerti dei miei Negrita i quali sanno ogni volta dominare il palco grazie all’energia di pao, e i Train gruppo americano famoso per la loro Drops of Jupiter di qualche anno fa…è uno di quei posti in cui ascoltare musica vuol dire condividere il piacere della serata con il resto del pubblico presente, l’atmosfera di solito è sempre rilassata e si sente il coinvolgimento di tutti nel momento in cui calano le luci e i concerti stanno davvero per iniziare.
Ieri sera sembrava di stare in “famiglia” perchè l’aria che si respirava era quella di chi aveva solo voglia di trascorre una serata ascoltando buona musica suonata dal vivo, vivendo le emozioni che le parole portano con se e prestando attenzione agli arrngiamenti della band al seguito di fabi, che era davvero spettacolare!
Scenografia semplice, per un concerto del tutto acustico nel senso migliore del termine, senza pretese di spettacolo, ma solo quella di proporre davvero quella che per Fabi è la sua vita cioè la musica!
Ad aprire il concerto alcuni amici di Niccolò, parte del collettivo Angelo Mai,(vi rimando al sito per chi fosse curioso), simpatici e da bravi romanacci anche buoni intrattenitori!!!

A fare una capatina sul palco anche Pierluigi dei Velvet ( si quelli della boyband,ma avete mai ascoltato le altre di canzoni?!no?! provate…) per un duetto davvero riuscito, e in ultimo a chiudere la serata per dare una buonanotte un po’ estrosa e diversa da una sdolcinata: la versione reggae di “Dica” un classico di Fabi, cantata…anzi giocata con Pino&Roberto Angelini del collettivo, una capatina veloce anche di Simone Cristicchi, (si l’ultimo sanremese) e il resto della band!

Vi lascio con una delle canzoni che a me è sempre piaciuta tantissimo:
E’ una passione giocosa
un buon sentimento
uno sguardo e un pensiero
che non si riposa
E’ la vita che accade
E’ la cura del tempo
E’ una grande possibilità
Non è una sfida
Non è una rivalsa
Non è la finzione di essere meglio
Non è la vittoria
l’applauso del mondo
di ciò che succede
il senso profondo
E’ il filo di un aquilone
un equilibrio sottile
non è cosa ma è come
E’ una questione di stile
non è di molti ne’ pochi
ma solo di alcuni
E’ una conquista una necessità
Non è per missione
ma nemmeno per gioco
Non è “che t’importa”
Non è “tanto è uguale”
Non è invecchiare
cambiando canale
Non è un dovere
dovere invecchiare
Sentire e fare attenzione
ubriacarsi d’amore
è una fissazione
è il mestiere che vivo
e l’inchiostro aggrappato
a questo foglio di carta
di esserne degno
è il mio tentativo
-E’ Non E’-

Hugs,kisses&cookies

 

Una poesia anche per te 28/01/2007

Filed under: Concerti,Momenti di vita,Una canzone per un emozione — lagaietta @ 08:56

Venerdì sera-Filaforum di Milano-un freddo becco-Io,Vale e la mia amica fiorentina Francesca fuori ad aspettare che aprissero i cancelli per entrare e cercare un posto nel secondo anello…finalmente dentro, mamma che freddo non se ne poteva più, io ho i piedi ghiacciati, voi no?! si beh anche i vostri nasi rossi parlano da soli, in effetti ci siamo mezze congelate, va beh ora siamo dentro, ci scaldimao, ci cerchiamo il nostro posticino e attendiamo tanto siamo in buon anticipo!
H.21.00…dai che quasi ci siamo! Tra poco dovrebbe salire sul palco e iniziare…Fra guarda che roba, il forum è stracolmo di gente, non c’è più un buco libero, gente seduta perxchè non ha nemmeno trovato uno scalino libero!
H.21.20 le luci si abbassano, quelle del palco si fanno più vive…le prime note si fanno sentire, eccola!!!! Che scricciolo di donnino, in miniatura anche lei, fantastica…
Due ore di concerto ininterrotte, con le canzoni più famose, e alcune rivisitate in chiave acustica proprio per lo spettacolo, un coro gospel dal Missouri ad accompagnarla e una band che suona con lei sin dal lontano 1998!!!
Povera gioia malaticcia, un brutto raffreddore non le ha comunuqe impedito un’esibizione da applauso, la sua voce dolce e potente, le parole raffinate e tenere sono state la colonna sonora perfetta per un momento davvero indimenticabile; questo è davvero uno di quei concerti che ricorderò con estremo piacere perchè adoro le sue canzoni e poterle sentire dal vivo trasmettono un’emozione magnifica…la commozione è arrivata con Heaven Out of Hell…il lacrimone stile cartone manga è sceso senza che quasi me ne rendessi conto, commossa ma felice, felice di aver condiviso anche questa serata con delle amiche vere e semplici come siamo sempre state, siamo andate a ascolatre una ragazza che sogna quanto noi, che è tiimida e riservata eppure esplode di energia e contagia un forum intero, tenera tanto da scusarsi spesso per quel mal di gola che non le permetteva i suoi soliti standard, dolce come il miele che si era portata appresso sul palco per lenire il bruciore; “Molto poco rock &roll” come ha detto lei.
Ascoltatela con il cuore…

So are you turning around your mind
do you think the sun won’t shine this time
are you breathing only half of the air
are you giving only half of a chance
don’t you wanna
shake because you love
cry because you care feel
‘cause you’re alive
sleep because you’re tired
make heaven, heaven out of hell now …
are you locked up in you counting the days
oh how long until you have your freedom
just shake because you love
cry because you care
feel ‘cause you’re alive
sleep because you’re tired
shake because you love
bleed ‘cause you got hurt
die because you lived
make heaven, heaven out of hell now …
are you still turning around the same things
are you still trying that way
are you still praying the same prayers
are you still waiting for that same day
to come climbing the same mountain
you’re not getting higher
you’re running after yourself
can’t let go
hiding in that place you don’t wanna be
you push happiness so far away but it comes back
to give you all that you’ve given before
to love you the way that you do, like a mirror
look in the air ‘n catch that boomerang
can’t fall anywhere else but in your own
and make heaven
heaven out of hell now
make heaven heaven out of hell now…
make heaven heaven out of hell now
make heaven heaven out of hell now
are you still waiting
make heaven heaven out of hell now
are you still praying
make heaven heaven out of hell now
are you still losing
make heaven heaven out of hell now
make heaven heaven out of hell now
I wanna fly because
I dream
dream
dream
Hugs,kisses&cookies

 

Pazienza… 07/12/2006

Filed under: Una canzone per un emozione — lagaietta @ 09:32

Just have a little patience,
Still hurting from a love I lost,
I’m feeling your frustration,
but in any minute all the pain will stop,
just hold me close inside your arms tonight,
don’t be to hard on my emotion.
Cause I, need time,
My heart is numb has no feeling
So while I’m still healing
Just try, and have a little patience
I really wanna start over again
I know you wanna be my salvation
The one I can always depend
I’ll try to be strong, believe me
I’m trying to move on
Its complicated to understand me,
Cause I, need time,
My heart is numb has no feeling
So while I’m still healing
Just try, and have a little patience yeah
Have a little patience yeah.
Cause the scares run so deep, its been hard but
I have to believe have a little patience have a little patience
Cause I, need time,
My heart is numb has no feeling
So while I’m still healing
Just try, and have a little patience
Have a little patience
My heart is numb has no feeling
So while I’m still healing
Just try, and have a little patience

Hugs,kisses&cookies

 Posted by Picasa

 

Abbracciami 14/11/2006

Filed under: Una canzone per un emozione — lagaietta @ 13:41

La socia mi ha fatto scoprire questa canzone di Nek…quando ho letto il testo gli occhi si stavano inumidendo, cavolo è scattato il periodo melassa e i sogni iniziano a scorrazzare tra i meandri della testa già piena di mille pensieri.

I miei giorni spesi con te
Non c’è stata un’ora inutile
Sono tutti vivi dentro me
Stanotte
E tu sei più bella che mai
Come un’onda sull’oceano
Se potessi chiederei mille secoli di te di noi
Abbracciami e stringimi
Ai giorni tuoi
In questo tempo assurdo che c’è
La sola cosa vera mia sei te
Poi domani quando verrà
Lo attraverseremo liberi
Le carezze che mi fai in ritorno le riavrai da me
Abbracciami e fidati
Dei brividi che tu mi dai
Il resto poi il resto è da scrivere
Tu abbracciami e parlami
Con gli occhi che sorridono
E se vorrai il resto è da vivere
Il resto è da scrivere
Ti dico ancora abbracciami e stringimi
Affidami i giorni tuoi
Li accetterò il resto è da vivere
I miei giorni spesi con te
E nemmeno un’ora inutile
Sai che amarti è sempre stato il mio pensiero
Hugs,kisses&cookies